Cosa ci aspetta quest’anno in termini di marketing e digitale? Quali sono le tendenze che continueremo a cavalcare e quali i nuovi argomenti da studiare? Ce lo dice Talkwalker, piattaforma internazionale di social data intelligence, in un articolo pubblicato sul proprio blog che vi riassumiamo per punti qui di seguito.

Video Marketing

I video sono i contenuti che generano maggiore engagement online e con i quali “spendiamo” gran parte del tempo che trascorriamo con in mano i nostri device. Non solo c’è da attendersi una crescita di investimenti in tal senso da parte dei brand, ma un cambiamento delle abitudini di fruizione degli utenti, che già da tempo si sono spostate verso un crescente consumo di video.

Instagram Stories

Con più di 300 milioni di utenti attivi le Instagram Stories hanno fatto boom nel 2017 e continueranno a crescere: i contenuti effimeri si faranno sempre più spazio come nuovo format di content marketing sui social.

Organic Reach

A partire dal 2012 abbiamo assistito a un calo della ricerca organica perchè Facebook attraverso il suo algoritmo sta cercando negli anni di dare sempre di più la precedenza ai contenuti delle aziende che investono su di esso. Facebook è si uno strumento di comunicazione digitale gratuito per gli utenti ma è diventato ormai media a pagamento per le aziende.

Influencer Marketing

Un fenomeno destinato a dominare la scena delle campagne digitali anche nel 2018, l’influencer marketing continuerà la crescita di questi ultimi anni, confermandosi uno strumento performante per la comunicazione dei brand. L’obiettivo è diminuire la distanza tra brand e utenti sfruttantdo la credibilità e la reputation degli ingluencer. Audience, qualità dei contenuti ed engagement i vantaggi per i brand.

Chatbot

Ne abbiamo sentito parlare nel 2017 e dovremo iniziare a utilizzarli sistematicamente nel 2018. Perchè? Per garantire interazioni immediate tra brand e consumatori e impostare flussi di assistenza personalizzata h24.

Advocacy Marketing

Per una campagna di digital PR con i fiocchi non limitiamoci solo gli influencer, ma coinvolgiamo dipendenti, partner e clienti, gli advocate per l’appunto, in attività di comunicazione e networking finalizzate a rafforzare la reputation del brand.

Podcast

Negli Stati Uniti è già un format fruito quotidianamente dagli americani, o meglio è gia un media. Per consentire agli utenti di ascoltare contenuti già selezionati e salvati appena ne avranno l’occasione. Si dice che “i podcast stanno alla radio come Netflix sta alla televisione“.

Realtà Aumentata

Emozionare, divertire e coinvolgere l’utente per creare un’esperienza unica. Questa dovrà essere sempre di più la finalità delle attività digitali proposte dai brand: l’uso della realtà aumentata integrata nelle strategie dei social media può migliorare l’esperienza d’acquisto, offrire contenuti extra su prodotti e azienda rendendo così il brand memorabile.

Intelligenza Artificiale

Anche se forse Intelligenza Artificiale ci sembra un concetto da nerd, ancora troppo lontano dal mondo del marketing, nel 2018 diventerà sembre più evidente la sua applicazione in ambiti che che siamo invece abituati a frequentare, ad esempio nelle attività di social listening, permettendo alle aziende di raccogliere quotidianamente dati dal web e dai social, per conoscere nel dettaglio le preferenze e le abitudini di consumo di clienti e prospect, e sviluppare strategie sempre più data-driven.